Direttore esecutivo

claudio bertolotti

Laureato in Storia contemporanea, specializzato in Sociologia dell’Islam e Dottore di ricerca in Sociologia e Scienza politica, indirizzo Relazioni Internazionali. Si occupa di aree di crisi, interesse strategico nazionale, sicurezza nazionale, Mediterraneo, dialogo interculturale e, in particolare, di radicalismo islamico, terrorismo, jihadismo e flussi migratori.

Altri incarichi: analista strategico e Capo dei Ricercatori per il CeMiSS (Centro Militare di Studi Strategici), docente e ricercatore associato ISPI (Istituto di Studi Politici Internazionali); Direttore esecutivo di ReaCT – Osservatorio nazionale sul Radicalismo e il Contrasto al Terrorismo (Roma-Milano-Lugano); docente di ‘Analisi d’area’ del Master in “Geopolitica e Sicurezza Globale” (Università La Sapienza di Roma) e di altri master universitari e, dal 2015, ricercatore senior per la “5+5 Defense initiative” dell’Euro-Maghreb Centre for Research and Strategic Studies (CEMRES) per la sicurezza del Mediterraneo, di cui è rappresentante unico per l’Italia.

Collabora con l’Università di Torino in qualità di esperto in “Conflict, security e state building” ed è membro dell’Italian Team for Security, Terroristic Issues & Managing Emergencies (ITSTIME) dell’Università Cattolica del S. Cuore di Milano.

In tale veste è stato chiamato in numerose occasioni a discutere di terrorismo islamico, radicalismo e sicurezza nazionale presso la Scuola di Alta Formazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la NATO e la Camera dei Deputati.

Opinion-maker e autore di oltre 150 tra monografie, saggi e articoli scientifici e divulgativi tra cui Shahid. Analisi del terrorismo suicida in Afghanistan (Franco Angeli ed.) e Afghanistan Contemporaneo. Dentro la guerra più lunga (START InSight e Ce.Mi.S.S.), interviene in conferenze e dibattiti nazionali e internazionali, collabora con i principali Think Tank italiani (SIOI, ISPI, IAI), è stato ed è, inoltre, opinionista (tra gli altri) per Sky TG24, Rai News24, TgCom24, Tg3 Rai, Rai 1, Radio24, Radio Radicale, Rai Radio UNO, Rai Radio TRE, Radio e TV Svizzera Italiana, Panorama.it, L’Indro.

TORNA INDIETRO